Il silenzio che parla, il silenzio che tace

Il silenzio è la brace che arde sotto la cenere,

l’onda lieve del mare al tramonto,

il bacio sul collo d’una compagna che ti stringe tra i suoi seni.

Il silenzio parla.

A volte tace.

Annunci

Polvere di stelle

In fin dei conti, perché mai dovrebbe esistere Dio e addirittura pensare che debba interessarsi a noi?

Siamo così minuscoli rispetto alla Terra, ancor di più rispetto a una galassia, figuriamoci rispetto all’Universo infinito. E quando entriamo dentro di noi? Che cosa siamo in fondo? Un insieme di cellule, ancor di più molecole, atomi, ecc? In tutto questo andare verso l’infinito piccolo e verso l’infinito grande…noi dove siamo? Nel mezzo? Alla fine? All’inizio di questa catena infinita?

È forse tutto solo aggregazione e disgregazione di polvere? Ha senso credere che esista un Dio che regoli tutto questo? Ma perché, noi abbiamo forse un senso? Alla fine siamo solo polvere nella polvere della polvere infinita?

 

Una volta ho osservato le stelle in una notte d’estate dal buio della campagna, lontano da ogni luce artificiale della città. Allungando la mano potevo quasi toccarle! Era uno spettacolo maestoso…

Forse è strano pensare che esista un Dio, ma io trovo ancor più strano immaginare che io fossi solo e semplice polvere nella polvere quella notte.

Voglia d’autunno

Ho voglia d’autunno, del vento freddo che soffia
all’imbrunire della sera mentre cerco riparo
nel caldo tepore della giacca;
ho voglia di un caffè caldo sorseggiato
mentre sono seduto dentro a un bar
tra le luci soffuse della sera.

Ho voglia di quel tocco di lieve malinconia,
di un momento di poesia dell’anima,
di quella dolce pausa del correre della vita,
sotto l’atmosfera di foglie rosse e gialle e rami spogli…